Interni contemporanei

ESSEARTE e Francesco Della Femina Design Studio Gallery

15&17, Interni Contemporanei

16, 23, 30 maggio 2014

Due numeri che richiamano due interni di un palazzo storico, il Real Monte Manso di Scala in via Nilo 34 e, nello stesso tempo, due ambienti che ospitano il contemporaneo in tutte le sue forme. Una mostra “su due piani”: il primo propone gli spazi bianchi di una galleria d’arte -la ESSEARTE del collettivo SCU8- sita all’interno 15, il secondo ospita un ampio appartamento, interno 17, diventato l’intrigante studio-gallery dove la creatività dell’architetto/designer Francesco Della Femina si esprime senza limiti.

L’idea che collega e contamina queste due realtà è semplice e provocatoria: abitare l’arte. Quella contemporanea è ospitata, solitamente, negli ampi spazi delle gallerie imbiancate se non nei musei pubblici e privati. Essearte è una galleria pro-oggetto che propone l’oggettualizzazione dell’arte, l’opera al centro della discussione e la rivalutazione del segno dell’artista, che non è per niente un limite che lo riporta alla dimensione di artigiano ma completa quel lavoro grazie al quale più degnamente si genera l’opera d’arte. Questo progetto, che accoglie e coinvolge due interni fisicamente sfalsati di mezzo piano, costruisce un percorso spaziale introspettivo e propone uno stile di vita tra arte e design, tra contenitore e contenuti, in un rapporto indissolubile di visione, creazione e godibilità dello spazio. Ognuno di questi interni cresce, si evolve, coinvolge e interagisce con l’arte contemporanea che, a sua volta, invade, riempie, dà vita ed emozione allo stile.
L’operazione impegna artisti contemporanei, quelli che espongono abitualmente nella galleria del collettivo SCU8 e che collaborano ai progetti dell’architetto Francesco Della Femina: in questa occasione propongono le proprie opere in spazi più raccolti e intimi che, forse, aiutano una contemplazione dell’arte più domestica e meno fuggevole.
Distribuiti tra i due interni, esporranno Anita Artura Agresta, Domenico Balsamo, Betty Bee, Pilar Camps, Francesco Cecere, Tatiana Chafcouloff, Mary Cinque, Francesco Ciotola, Claudio Cuomo, Massimo De Chiara, Massimo D’Orta, Kirka de Jorio, Antimo De Santis, Gerardo Di Fiore, Paolo La Motta, Oronzo Mastro, Francesco Pischetola, Riccardo Ruggiano, Nicola Russo, Lorenzo Santaniello, SCU8, Ulderico, Attilio Michele Varricchio.
In entrambi gli spazi saranno utilizzati ed esposti elementi di arredo disegnati e realizzati da Francesco Della Femina. Dal primo piano della galleria al secondo piano dell’atelier di Francesco Della Femmina, il pubblico potrà osservare e “abitare” l’oggetto d’arte che può fare mostra di sé o, in alcuni casi, contribuire a disegnare lo spazio attraversato dal visitatore.
L’evento si sviluppa nei tre venerdì di maggio, precisamente il 16, il 23 e il 30 del mese quando, a partire dalle ore 19, negli spazi coinvolti saranno presentate al pubblico performance musicali:
– Venerdì 16 maggio Salvio Vassallo e Valentina Gaudini eseguiranno alcuni brani del loro originalissimo lavoro musicale, basato sulla rilettura di canzoni antiche tradizionali in chiave moderna. Uno dei loro brani è inserito nella compilation “Cafè do friariell” Vol.2 ideata da Gianni Simioli, ospite e partner della serata.
– Venerdì 23 maggio è prevista una performance dell’artista francese Nicole Renaud, “la femme cristal” (dixit Radouene Boukachabia), musicista nota in tutto il mondo che si esibirà con la sua straordinaria voce accompagnata dall’inseparabile fisarmonica.
– Venerdì 30 maggio, venerdì di chiusura della mini rassegna, sarà dedicata alle novità inaspettate per cui sarà una “serata surprise” tutta da scoprire.
INTERNO 15
ESSEARTE è uno SPAZIO-PRO-OGGETTO che mette “l’opera” al centro della discussione. La galleria, gestita dal collettivo SCU8, privilegia l’oggettualità dell’arte, il suo rendersi fruibile grazie all’oggetto in cui si esprime. E’ nel rendere tangibile e sensitivamente percettibile il messaggio, che l’arte si manifesta. L’idea resta imperativa ma non può bastare a se stessa se non si completa nell’opera. Lo scollamento tra l’idea e l’opera a vantaggio della prima ha prodotto fenomeni che non coincidono con l’intenzione di riportare il segno dell’artista nel tessuto dell’opera d’arte. Questo invece è l’obiettivo primario della galleria: promuovere e rinsaldare la contiguità tra l’artista ed il suo fare.

INTERNO 17
Francesco Della Femina, architetto, artista ed interior designer, è nato e cresciuto a Capri e vive tra Capri e Napoli. L’origine caprese gli dà quel tocco mediterraneo e la capacità di inventare grandi soluzioni in piccoli spazi. Il talento poliedrico e lo spirito “glocal” (globale e locale) lo portano, invece, ad ottenere una perfetta armonia tra antico, classico e moderno. In questa occasione Francesco Della Femina presenta in anteprima a Napoli la sua collezione di arredi recentemente esposti in Fuorisalone 2014 a Milano. Lo studio-galleria di Francesco Della Femina è situato nel seicentesco Palazzo Real Monte Manso di Scala, nel cuore del centro storico di Napoli, ed è un vero e proprio laboratorio creativo; a Capri, invece, permane come punto di riferimento il vecchio “Atelier” di Via Vigna ad Anacapri.

Read more